RCA scaduta: dopo quanto scatta la multa?

RCA scaduta: dopo quanto scatta la multa?

Chiunque circoli con la propria automobile in una strada pubblica o aperta al pubblico, deve avere il veicolo assicurato con la RCA, responsabilità civile automobilistica. Il contratto di assicurazione è valido solo per un anno e alla scadenza dell’anno va rinnovata.

Quando scade l’assicurazione, dopo quanto deve essere rinnovata? Ovviamente deve essere rinnovata immediatamente alla scadenza. C’è, però, un periodo di tolleranza di 15 giorni dopo la scadenza dell’assicurazione, quindi si è comunque coperti per sinistri causati a terzi. Questo periodo di tolleranza è molto importante, perché succede molte volte che le persone dimentichino di rinnovare tempestivamente l’Rca. Se invece l’incidente avviene dopo il periodo di tolleranza, allora, colui che ne è vittima, deve rivolgersi al fondo vittime della strada.

Una volta scaduto il periodo di tolleranza, inoltre, il veicolo non deve essere in alcun modo utilizzato e messo in circolazione. In circolazione non s’intende in movimento, ma non può sostare proprio sulla pubblica via, quindi il veicolo, in questo caso, deve essere parcheggiato in un garage o in una proprietà privata.

Vettura senza RCA: quali sono le conseguenze

Nel momento in cui un’auto viene fermata ed è sprovvista di assicurazione cosa succede?

In questo caso, il conducente viene subito multato. La multa va da un minimo di 849€ a un massimo di 3396€ e alla sanzione consegue il sequestro amministrativo dell’auto. Tuttavia, questa multa può essere ridotta del 75% in 2 casi:

  • Pagamento dell’assicurazione entro i 15 giorni dopo la scadenza definitiva dell’assicurazione, quindi compresi anche i 15 giorni di tolleranza. In questo caso la multa non verrà tolta, ma può essere ridotta del 75%.

  • Il proprietario provvede, entro 30 giorni dal ricevimento della multa, alla Demolizione dell’auto e Radiazione dai pubblici registri. Anche in questo caso ci sarà uno sconto della multa fino al 75%.

Da ricordare, inoltre, che se la multa viene pagata entro 5 giorni dal ricevimento, ci sarà un ulteriore sconto del 30%.

Problemi automobili: non solo assicurazioni scadute

Oltre all’assicurazione, molto importante da ricordare, è la revisione del veicolo che va rinnovata al momento della scadenza.

Nel 2018 si è riscontrato un aumento cospicuo anche delle revisioni scadute, infatti in confronto ad anni precedenti sono triplicate le vetture sprovviste di revisione.

Cosa succede in questo caso? A quali pericoli si va incontro se la revisione dell’auto risulta scaduta?

Secondo l’articolo 80, se un veicolo viene fermato, senza il rinnovo periodico della revisione è soggetto ad una multa che va da 168€ a 674€. Questa sanzione viene raddoppiata se il mancato rinnovo della revisione viene più volte ripetuto. Se l’auto senza revisione viene fermata in autostrada, oltre alla sanzione, viene applicato il fermo amministrativo. L’autovettura verrà restituita al proprietario solo dopo la prenotazione per la visita di revisione.

L’auto provvista di assicurazione e revisione, comunque, oltre ad essere un obbligo di legge, è anche un importante segno di civiltà!

Se sei interessato all’argomento e vuoi saperne di più  Clicca Qui